Tutti gli articoli di segreteria

Miguel Tanco

Picture Book – con Miguel Tanco – 11 e 12 maggio

L'associazione Autori di Immagini presenta
PICTURE BOOK - processo creativo dal caos all'ordine
con Miguel Tanco
Sabato 11 e Domenica 12 maggio 2019

Il workshop di Miguel Tanco insegna ad elaborare una struttura di lavoro, una sorta di carta di navigazione, essenziale per iniziare a metter mano ad un albo illustrato.

Miguel ci spiegherà il processo che porta dalla nascita di una idea alla sua realizzazione, di come cioè l’idea passi, attraverso un processo di astrazione, ad assumere una forma e una specifica ambientazione, in base all’interpretazione e alla chiave di lettura che avremo scelto.
L’astrazione ci permetterà di sentirci più liberi di immaginare, esaltando le nostre emozioni e mettendole al servizio della storia.

Programma

  • Semplificare un’idea e trascenderla
  • Individuare la chiave di lettura/azione/sentimento
  • Dare forma al processo di astrazione nello storyboard
  • Applicare il tutto a un progetto libro

Metodologia

Percepire —> Fare
Regole —> Trasgressioni

MATERIALI NECESSARI

  • Forbici
  • cutter
  • superficie per il taglio
  • colla stick
  • carta colorata formato A4 > 15-20 colori (2 pezzi per colore)
  • Matita
  • gomma
  • blocco appunti
  • 5-6 fogli formato A3 > 200gr.

Miguel Tanco - BIO
Miguel Tanco è autore ed illustratore di albi illustrati per l’infanzia. Insegna illustrazione ed organizza workshop creativi con bambini ed adolescenti in Spagna, dove è nato e cresciuto, ed in Italia.

Ha pubblicato oltre 40 albi per l’infanzia inclusa la serie You and Me, Me and You (Chronicle books 2017-8-9) , Great Dog (penguin books 2018 ) Les Farfelus (Les Fourmis Rouges 2015) , Sing me a song (Edelvives 2015) Una jirafa mia (Sm Brazil, 2014), Un caramel Amarillo (Edelbra Brazil, 2014),, Cuentos para dormir y soñar (Edicio- nes SM, 2012), El papá que no sabía contar cuentos (Pintar-Pintar, 2012), Cyrano de Bergerac (Repubblica-Espresso, 2011).
Ha ricevuto premi tra cui Bologna Book Fair Mention, 2010-2012, Children’s Show N.o 9 of 3×3 Magazine of Contemporary Illustration 2014 and 2016 ,The Society of Illustrators of Los Angeles West 51 Mention, The AOI mention of Illustration 2016. Society of Illustrators Ny 2017-2018.
> tancomiguel su Instagram 

INFO

ISCRIZIONI: modulo iscrizione > PDF
QUANDO? Sabato 11 e Domenica 12 maggio 2019, ore 10:00 – 13:00  / 14:00 – 17:00
DOVE? presso SLAM, via Ariberto 21, Milano
COSTO? Early Bird fino al 28 aprile 2019 – posti disponibili 5: €100 per Soci e Studenti, €170 per tutti gli altri. Costo standard (dal 29 aprile 2019):  €170 Soci e Studenti, €250 per tutti gli altri.
PRENOTAZIONE ENTRO:  5 giorni prima
POSTI DISPONIBILI: 16 posti

Incontro IED con Emiliano Ponzi

Incontro con Emiliano Ponzi: La lunga strada per diventare autore – 30 gennaio

Siamo felici di presentare una serata d’incontro con Emiliano Ponzi, uno degli autori più apprezzati (e impegnati) in Italia e all’estero. Attraverso la presentazione dei suoi lavori e il progress, Emiliano condividerà la sua esperienza nel percorrere la lunga strada per diventare autore. Spiegherà alcuni elementi fondanti del suo modo di affrontare la professione assieme a regole generali.

Emiliano Ponzi vive a Milano, ma le sue opere sono richieste in tutto il mondo.
Le sue audaci illustrazioni, caratterizzate da una forte composizione grafica appaiono in pubblicità, riviste, libri, giornali e animazioni. Ponzi vanta numerose collaborazioni con testate come il New York Times, Le Monde, Il New Yorker, Esquire, Der Spiegel e brand come Louis Vuitton, Moma NY, Cartier, Armani, Lavazza, TIM, Pirelli, Ferrari, Amnesty International e Medici Senza Frontiere.
Emiliano ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Young Guns Award del New York Art Directors Club e l’ambita Gold Cube da The Art Directors Club di New York. Ha vinto diverse medaglie e premi d’eccellenza dalla Society of Illustrators, 3×3 Magazine Pro, How International Design Award, Communication Arts Illustration Annuals e American Illustration Annuals.
Tra le sue pubblicazioni conta “10 × 10”, la sua prima monografia (edizione italo-inglese), il libro illustrato “Il viaggio del pinguino” edito da Penguin Books. “La grande mappa della metropolitana di New York” è stata pubblicata dal MOMA di New York a febbraio 2018. Recentemente ha realizzato le illustrazioni per i murales alla fermata Tre Torri della metro lilla di Milano, e ha pubblicato il libro American West con Corraini Edizioni.
www.emilianoponzi.com

ISCRIZIONE?  Tramite il modulo d’iscrizione qui >>
QUANDO? Mercoledì 30 gennaio 2019, ore 18:00-20:00
DOVE? presso IED Istituto Europeo di Design, Aula Magna, Via Amatore Sciesa 4, Milano
COSTO?  Incontro gratuito, previa iscrizione

In ricordo di GRAZIA NIDASIO

di Costanza Favero, a nome del Direttivo AI

La notizia triste è giunta il giorno di Natale dello scorso anno: è mancata Grazia Nidasio, proprio durante la notte della vigilia.

Tutti quelli che ne conoscevano la grandezza professionale ed umana avranno provato quel cupo senso di perdita che si avverte quando scompare un punto di riferimento: un’illustratrice geniale, una arguta autrice e una donna di notevoli doti e generosità.
UnLontanoNatale_Grazia Nidasio

Nata nel 1931, Grazia è stata protagonista dell’illustrazione e del fumetto italiano per almeno 6 decenni. Conosciuta come la mamma di Valentina Mela Verde e della Stefi , vinse lo Yellow Kid al Salone Internazionale dei Comics del 1972, il prestigioso premio Andersen come miglior autore nel 1987 e una menzione speciale alla carriera nel 2001.

AI le ha dedicato alcuni tributi tra cui un riconoscimento alla carriera nell’Annual 2006. Per noi professionisti, Grazia è stata un faro: ha accompagnato la crescita di più generazioni di lettori e illuminato il cammino di moltissimi creatori di immagini, ha ispirato e contagiato con il suo entusiasmo e tenacia colleghi e collaboratori.
E per AI Grazia è stata ancora di più di questo, l’Associazione, allora ASSOCIAZIONE ILLUSTRATORI, deve anche a Grazia- assieme agli altri fondatori- la sua nascita nel 1980 e la sua affermazione come Associazione di riferimento per la nostra categoria. Grazia è stata presidente durante il primo decennio di AI 1984/ 1987, anni fondanti in cui si è avviata la sfida di creare un’associazione professionale che lotti per i diritti degli autori di immagini, che lavori per creare una coscienza professionale condivisa e per far prevalere la collaborazione sulla divisione e l’individualismo.

Grazia si è adoperata negli anni, ben oltre il suo mandato come presidente, per diffondere la cultura dell’immagine disegnata, seguendo il percorso AI e scrivendo bellissimi scritti sulla professione e il valore dell’illustrazione.

Con enorme gratitudine, salutiamo Grazia con alcune parole personali di Guido Scarabottolo, grande professionista e compagno fondatore e di presidenza di AI:

Non sono stato un lettore di Grazia Nidasio.
Ero troppo vecchio per il Corriere dei Piccoli prima e per il Corriere dei Ragazzi dopo.
Poi leggevo il Corriere della Sera solo saltuariamente.
Grazia Nidasio ha ricevuto lo Yellow Kid nel 1972 e io ho cominciato a lavorare per Lucca (con l’Arcoquattro) solo nel 1973 e non avevo ancora la minima idea di quanto complesso e interessante fosse il mondo del fumetto. In realtà non ero abbastanza vecchio o intelligente per capire tutto quello che mi accadeva intorno e poi erano gli anni del mio primo (breve) matrimonio e della successiva separazione, della fatica di guadagnarsi di che vivere, del trovare la propria collocazione personale e politica…
Certo era più facile che mi interessassero le storie della Bretecher piuttosto che quelle della Nidasio. Così mi sono perso una grande occasione di crescita umana e professionale.
Più o meno dieci anni dopo, e per tre anni, dall’autunno del 1983 mi ritrovo vicepresidente dell’ Associazione Illustratori. Il presidente è Grazia Nidasio. Entrambi avevamo partecipato alla fondazione, entrambi eravamo nel consiglio direttivo. Grazia era anche molto attiva nella redazione di Portfolio Illustratori, la rivista dell’associazione, impostata e fortemente voluta da Piero Ventura e diretta brillantemente da Federico Maggioni.
Naturalmente ero pieno di problemi come al solito: mio padre sarebbe morto nell’estate del 1984; io mi ero indebitato per comprare la casa in cui sarei riuscito ad entrare dieci anni dopo; avevo una vita sentimentale un po’ complicata, facevo disegni che ora mi vergogno a mostrare e non avevo ancora acquisito l’uso della parola (ho saputo poi che Giancarlo Francesconi, il mitico direttore del Corriere dei Ragazzi, a quei tempi mi chiamava “il mutino”).
Se Grazia aveva dei problemi (tutti hanno dei problemi) non lo dava a vedere. Per tre anni mi ha telefonato quasi quotidianamente, piena di idee assolutamente concrete, nel tentativo di trasformare l’AI da una accozzaglia di individui dediti all’interesse privato, alla lamentela economica e alle disquisizioni tecniche (quali carte usare, quali pennelli, quali acrilici, quali pastelli, quali aerografi…) in un gruppo di persone interessate alla elaborazione culturale e allo sviluppo di una coscienza professionale e alla collaborazione.
Ovviamente alle telefonate seguivano incontri, riunioni, viaggi e attività organizzative e manuali varie.
Sappiamo tutti che questo impegno non sarebbe sostenibile senza una grande passione per il lavoro e un grande altruismo, un grande senso civico.
A Grazia dobbiamo la coscienza diffusa che il lavoro dell’illustratore non è un lavoro subordinato.
A Grazia dobbiamo i contatti con Federico Zeri, con Antonio Faeti, con Rossana Bossaglia, con Paola Vassalli…
A Grazia dobbiamo i tentativi di portare l’attività dell’AI fuori dai confini milanesi.
Grazia si è impegnata a fondo nel formare una attenzione alla conservazione del patrimonio illustrativo italiano, a partire dal salvataggio dell’archivio di Iris De Paoli (e immagino cosa avrebbe fatto, se solo fosse stata in grado, per l’archivio di Giovanni Mulazzani, di Gianni De Conno, di tutti i colleghi che se ne vanno, mentre noi…).
A Grazia dobbiamo anche i primi passi nella direzione di un contratto editoriale concordato con i più importanti editori.
E a lei dobbiamo l’inizio del percorso di unificazione tra illustratori, fumettisti e animatori.
Con grande determinazione e (ora capisco) grande pazienza e grande rispetto per le persone, nonostante un vice incredibilmente goffo e impreparato, ci ha guidati in quella che sono convinto sia stata la migliore stagione dell’AI.
Chi ha ricoperto cariche all’interno dell’AI sa come si arriva alla fine del mandato. Esausto e desideroso di recuperare spazi personali, mi sono lentamente distaccato.
Alla fine degli anni ‘80 la crisi economica ha provocato una quasi totale estinzione degli illustratori. L’AI è sopravvissuta a stento.
Tuttavia Grazia ha lavorato molto anche in questo secolo, fino a pochi anni fa, per mantenere viva una coscienza sindacale in tutti i professionisti dell’immagine.
Naturalmente, quel che più conta, ha continuato a fare anche il suo lavoro. Ne troviamo abbondanti tracce nelle librerie, in internet, e soprattutto dentro di noi, molte e molti di noi.
Guido Scarabottolo

 Stefi_Grazia Nidasio

Interactive Storelling - gennaio

Interactive Storytelling, lo stato dell’arte – 24 gennaio

L’associazione promuove anche quest’anno il momento di incontro e discussione su App e contenuti interattivi “Lo stato dell’arte”.
Esploreremo lo storytelling e le tecniche visive per creare storie e mondi interattivi di qualità.

Lo faremo con Giulia Natale, blogger di app mamamò, paddybook e wired, che ci mostrerà le app più interessanti sul mercato e con due autori d’eccellenza: Lorenzo Ghetti (to be continued e ERCcomics) per il fumetto e Giulia Olivares (Lola Slug) per le app per la prima infanzia.

L’incontro è come di consuetudine moderato e curato per noi da Benedetta Frezzotti, illustratrice, autore di app, e docente IED.

L’evento è gratuito per Studenti, Soci AI e Soci Yatta.
€10 per tutti gli altri.

 Per tutti i partecipanti è richiesta la registrazione al seguente link: 

ISCRIZIONI? incontro gratuito, richiesta la registrazione qui>>
QUANDO? Giovedì 24 gennaio, ore 18:30
DOVE? presso IED Istituto Europeo di Design, Aula Magna, Via Amatore Sciesa 4, Milano
COSTO? Gratuito per soci AI, studenti e soci Yatta. Per tutti gli altri €10

Vi aspettiamo numerosi!

Marco Paschetta

Tra le pieghe di un racconto – con Marco Paschetta – 16 e 17 febbraio

con Marco Paschetta
Sabato 16 e Domenica 17 febbraio 2019

Nel corso esploreremo con Marco Paschetta il mondo dell’illustrazione lavorando all’ideazione e alla realizzazione di un racconto per immagini senza parole.

Ci affideremo al Leporello: un antico modo di raccontare storie disegnate risalente al XVI° secolo e costituito da una lunga striscia di carta piegata a fisarmonica.

Sarà lungo la sua superficie che andremo a costruire un racconto per immagini partendo dalla moltitudine di stimoli visivi e narrativi che affioreranno da una singola parola (che verrà svelata la mattina del primo giorno di corso). Sarà lei, come una sorgente, a guidarci durante l’intero processo di creazione.

Ogni fase del lavoro (dal soggetto della storia alle tavole definitive, passando per la ricerca del personaggio e lo storyboard) sarà guidata dalla semplicità e dalla precisione. Caratteristiche che, per usare la metafora del setaccio, ci aiuteranno a comprendere con coscienza gli elementi importanti (e quelli da lasciare andare) del nostro progetto:

  • Cosa sarà davvero importante mostrare?
  • Cosa invece potrà essere omesso senza per questo rendere incomprensibile il racconto al lettore?
  • Come sarà visivamente la gestualità del protagonista del nostro racconto?
  • Dove ci condurranno emotivamente le scelte cromatiche che intraprenderemo?

Affronteremo insieme anche l’importanza delle tante pieghe che separano le pagine del Leporello. Sarà proprio in quei luoghi, infatti, che avremo modo di prendere decisioni importanti per lo sviluppo della storia. Sperimenteremo infine diverse tipologie di segno, ricordandoci della loro assoluta importanza e di quanto possa essere interessante creare nel tempo un proprio “recinto di segni” all’interno del quale orientarsi in base al tipo di “profumo” scaturito dal racconto.

MATERIALI NECESSARI:

  • Carta e matita per appunti e schizzi;
  • Materiale di belle arti da usare per la realizzazione del progetto (tecniche pittoriche con le quali si desidera affrontare il progetto);
  • Scelta libera della tecnica da utilizzare purché non richieda lunghi tempi di finitura;
  • 1 libro/album illustrato di un illustratore/illustratrice che amate in questo periodo.

NB: Per chi utilizza il digitale, notebook e (opzionale) texture o riferimenti già scasionati (in modo da velocizzare le fasi di lavoro).

Marco Paschetta - BIO
 Marco Paschetta è illustratore e fumettista. Autodidatta, inizia a lavorare come fumettista su riviste autoprodotte italiane ed europee. Successivamente, lavora come inchiostratore per Dupuis (France) e pubblica fumetti per bambini per Bang Ediciones-collecion Mamut (Espana e France). Il suo lavoro è apparso su: Internazionale, Le Monde Diplomatique, La Lettura del Corriere della sera, Magellan Editions, Illustrati, Le Barricate, Il battello a vapore, EDT Giralangolo, Reprodukt.

Il suo lavoro di illustratore è stato selezionato alla 31° e 35° Mostra Internazionale di Illustrazione per l’Infanzia “Le immagini della fantasia”- Sàrmede (Italia), a Sharjah Children’s Reading Festival – 3° edizione (Emirates), al Festival del Fumetto di Amadoura (Portugal). Affianca all’attività di illustratore quella di docente presso la Scuola Internazionale di Comics di Torino. Svolge laboratori didattici di illustrazione e fumetto con bambini, ragazzi e adolescenti. Vive e lavora in Piemonte, a Cuneo.
> www.marcopaschetta.com 

INFO

ISCRIZIONI: modulo iscrizione > PDF
QUANDO? Sabato 16 e Domenica 17 febbraio 2019, ore 9:00 – 13:00 / 14:00 – 18:00
DOVE? presso SLAM, via Ariberto 21, Milano
COSTO? Early Bird ( iscrizione entro 20 gennaio 2019): €100 per Soci e Studenti, €170 per tutti gli altri.  Costo standard (dal 21 gennaio 2019):  €170 Soci e Studenti, €250 per tutti gli altri.
PRENOTAZIONE ENTRO: 5 giorni prima
POSTI DISPONIBILI: 15 posti

Annual 2019

Comincia il lavoro della Giuria!

Si è chiuso pochi giorni fa il bando dell’edizione 2019 di ANNUAL, il tradizionale appuntamento per l’illustrazione italiana.
Comincia ora il lavoro della Giuria.

Il 17 gennaio 2019, al termine delle votazioni online, il Presidente, Arianna Papini, e la Giuria composta da Vichy Gitto, Ratigher, Ada Natale, Debbie Bibo, Clara Bolduri, Livio Sossi, Marco Zanoni e Charles Hively, si riuniranno per scegliere le migliori opere che verranno premiate e pubblicate sull’Annual.

Chi sono i giurati di quest’anno?  Vieni a scoprirlo! >>

Sono oltre  666 i lavori che concorrono nelle 9 categorie: una grande partecipazione che conferma l’importanza di questo evento.

Nei primi giorni di febbraio saremo felici di annunciare  tutti i selezionati di questa edizione.

Grazie a tutti per l’entusiasmo e il grande impegno!

Dettaglio di ‘Blind’ di Marco Palena – Vincitore Premio Toppi 2018

 

Elisa Macellari

Creare l’immaginario – con Elisa Macellari – 15 e 16 dicembre

L'associazione Autori di Immagini presenta
CREARE L'IMMAGINARIO - dai mondi illustrati alla professione
con Elisa Macellari
Sabato 15 e Domenica 16 dicembre 2018

Il workshop di Elisa Macellari ha lo scopo di far emergere dai partecipanti i punti forti del proprio universo creativo, cercando di costruire un percorso narrativo che possa diventare professione.

Il corso, della durata di due giorni, verrà diviso in due momenti.

La prima parte, teorica, in cui si analizzeranno esempi di arte e illustrazione che hanno efficacemente creato un immaginario influente attraverso tecniche, provenienze geografiche e culturali diverse.

La seconda parte, pratica, in cui verrà chiesto di mettere insieme i propri elementi iconografici nella realizzazione di illustrazioni che raccontino il proprio immaginario e si adattino a diverse committenze: editoriali, albi illustrati per l’infanzia o per adulti.

MATERIALI NECESSARI:

  •  Ogni partecipante deciderà la propria tecnica preferita e, di conseguenza, porterà il materiale necessario alla realizzazione di due illustrazioni (es. tempere, pastelli, carte varie, acquerello, computer con Photoshop, Illustrator o qualsiasi altro mezzo che possa esprimere la propria creatività)
  • Blocco di carta
  • matite
  • gomma
  • penne
  • Portfolio di base con lavori precedenti

Elisa Macellari - BIO
Elisa Macellari é un’illustratrice italo-thailandese nata e cresciuta a Perugia e di base a Milano.

Dopo la laurea all’Accademia di Belle Arti di Perugia, si trasferisce a Torino, dove lavora come mediatrice culturale presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. A Milano collabora come assistente con la galleria d’arte contemporanea Suzy Shammah.
Dal 2012 è illustratrice freelance per case editrici e riviste nazionali ed estere. Tra i suoi clienti The New York Times, Women’s Health UK, Cartoon Network, Donna Moderna, Mondadori, Feltrinelli, Einaudi, Giunti, Piemme, Zanichelli, Rubbettino, Il Battello a Vapore, Emme Edizioni, Edizioni BD, Gorilla Sapiens Edizioni, Plansponsor, Planadviser, Donna Magazin, viction:ary, Nobrow Press, Bandcamp, Cancer World Magazine, Spazio Mag, Voicemap, Razor & Tie Records, Langosteria, Karimoku New Standard, Woodyzoody.

Nel 2018 esce il suo primo graphic novel, Papaya Salad, per Bao Publishing.
Il suo lavoro è stato esposto in Italia e all’estero.
> www.elisamacellari.com

INFO

ISCRIZIONI: modulo iscrizione > PDF
QUANDO? Sabato 15 e Domenica 16 dicembre 2018, ore 10:00 – 13:00 / 14:00 – 17:00
DOVE? presso SLAM, via Ariberto 21, Milano
COSTO? Early Bird fino al 25 novembre 2018: €100 per Soci e Studenti, €170 per tutti gli altri. Costo standard (dal 26 novembre 2018):  €170 Soci e Studenti, €250 per tutti gli altri.

PRENOTAZIONE ENTRO:  5 giorni prima
POSTI DISPONIBILI: 20 posti

Banner Serata Mannelli

Incontro con Riccardo Mannelli – 16 nov

AI in collaborazione con SLAM, spazio di co-working di cultura e spettacolo organizza una serata con Riccardo Mannelli, uno dei più importanti artisti di satira, famoso ritrattista e direttore artistico dello IED di Roma.

L’artista parlerà del suo lavoro come autore di satira e ritrattista, e introducerà le tematiche che si affronteranno nel corso del workshop in programma sabato 16 e domenica 17 novembre. Per chi fosse interessato a iscriversi durante la serata, ci sono ancora alcuni posti disponibili.

ISCRIZIONE? Tramite email a info@autoridimmagini.it
QUANDO? Venerdì 16 novembre 2018, ore 18:30-20:00
DOVE? presso SLAM, via Ariberto 21, Milano
COSTO?  Incontro gratuito, previa iscrizione

Riccardo Mannelli
Riccardo Mannelli
Riccardo Mannelli

Ritratto e disegno istintuale dal vero – con Riccardo Mannelli – 17 e 18 novembre

L'associazione Autori di Immagini presenta
RITRATTO E DISEGNO ISTINTUALE DAL VERO
con Riccardo Mannelli
Sabato 17 e Domenica 18 novembre 2018

Riccardo Mannelli ci offre un corso intensivo di disegno istintuale, realizzato dal vero e incentrato sulla figura umana, la ritrattistica e il nudo.

Si apprende a realizzare il disegno senza impostazioni ne’ altre sovrastrutture di studio, ma riportando direttamente sul supporto cartaceo la porzione di realtà che intendiamo rappresentare; è un metodo emotivo quello a cui ci introduce Mannelli, che parte da una più approfondita capacità di osservazione iniziale del soggetto, e prevede la realizzazione “di getto” dell’immagine, senza ripensamenti ne tantomeno cancellature. La finalità è quella di migliorare la qualità espressiva del proprio disegno.

INCONTRO CON L’AUTORE
Venerdì 16 novembre 2019 dalle 18,30 alle 20 circa presso lo Spazio SLAM, avremo modo di incontrare Riccardo Mannelli, che ci parlerà del suo lavoro di illustratore e ci presenterà il corso che terrà nel fine settimana.

POGRAMMA DEL CORSO
PRIMO GIORNO
mattina
  • introduzione al disegno istintuale, analisi e metodologia.
pomeriggio
  • visione collettiva dei lavori dei partecipanti e delle attitudini personali
  • dimostrazione Mannelli con modello
  • inizio delle esercitazioni pratiche dei partecipanti con i modello e messa a punto con ognuno della metodologia istintuale.
SECONDO GIORNO
mattina
  • revisione collettiva dei lavori che i partecipanti hanno eseguito a casa dopo il primo incontro e  seconda dimostrazione di Mannelli con modella
  • sviluppo delle esercitazioni dei partecipanti con indicazioni e consigli personalizzati su come procedere tenendo conto del proprio stile e qualità del disegno.
pomeriggio
  • ulteriore sviluppo delle esercitazioni personali con modella:  incursioni nella struttura anatomica , la composizione, il movimento e lo spazio.
  • revisione e discussione collettiva sul lavoro finale eseguito da ogni partecipante.
  • conclusioni.

MATERIALI NECESSARI:

  • carta ordinaria comune economica ( l’ extrastrong ) formato A3
  • matite
  • penne biro
  • niente colore

Riccardo Mannelli - BIO
Riccardo Mannelli, nato a Pistoia nel 1955, vive a Roma dal 1977; dal ‘75 collabora con la stampa nazionale e internazionale; dal 1980 realizza réportages disegnati in giro per il mondo. Protagonista delle maggiori testate satiriche europee (L’Echo des Savanes, Humour. Cuore, Satyricon, ecc.) alcune delle quali dirige, o partecipa alla fondazione (Il Male, , Boxer, Il Cuore). Lavora per La Repubblica e Il Fatto Quotidiano e con altre testate, anche estere. Pubblica diversi libri, l’ultimo dei quali nel 2013 “Fine penna mai”.
Parallelamente ha evoluto una personale ricerca pittorica, documentata in svariate mostre e cataloghi, tra i cui esiti: il ciclo pittorico di sessanta opere Commedia in Z.E.R.O. (catalogo); il fregio virtuale proiettato sull’Ara Pacis Apoteosi dei corrotti, da cui è nato l’omonimo libro; con Jan Saudek Teneri Barbari (catalogo). Nel 2011 è invitato alla 54 Biennale di Venezia, nel Padiglione Italia. Sempre nel 2011 espone l’intero ciclo Commedia IN Z.E.R.O. al Festival di Spoleto (catalogo). Nel 2012 pubblica per Tricromia il libro d’arte “A.” e tiene la personale “Appunti per la ricostruzione della bellezza” alla Galleria Gagliardi di San Gimignano. Nel 2015 tiene una bi-personale alla Philobiblon Gallery “ROPS + MANNELLI” (catalogo); la stessa mostra viene trasferita da marzo a giugno al Palazzo Ducale di Urbino, a cura di Vittorio Sgarbi. A Gennaio e Febbraio 2016 tiene una personale alla Building Bridges Art Exchange di Los Angeles (catalogo).
Insegna all’Istituto Europeo di Design (IED) di Roma dove coordina il dipartimento di Illustrazione e Animazione.
> www.riccardomannelli.it

INFO

ISCRIZIONI: modulo iscrizione > PDF
QUANDO? Sabato 17 e Domenica 18 novembre 2018, ore 10:00 – 13:00 / 14:00 – 18:00
DOVE? presso SLAM, via Ariberto 21, Milano
COSTO? Early Bird fino al 31 ottobre 2018: €100 per Soci e Studenti, €170 per tutti gli altri. Costo standard (dal 1 novembre 2018):  €170 Soci e Studenti, €250 per tutti gli altri.

PRENOTAZIONE ENTRO:  5 giorni prima
POSTI DISPONIBILI: 20 posti